Al MIC arriva BLU, un viaggio notturno e sotterraneo nei cantieri della M4 di Milano

BLU.

Un film di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, un viaggio notturno e sotterraneo nei cantieri della M4, la nuova metropolitana di Milano, all’interno della TBM (Tunnel Boring Machine), la cosiddetta talpa che realizza le gallerie.

Il corto sarà affiancato da filmati d’archivio inediti e dalla video installazione IMAGINARIUM.

MIC – Museo Interattivo del Cinema – Dal 22 dicembre 2018

Domenica 23 dicembre alle ore 17 in sala i registi D’Anolfi / Parenti

*****

Dopo il grande interesse riscosso presso il Cinema Spazio Oberdan di Milano, torna anche al MIC – Museo Interattivo del Cinema il cortometraggio BLU di Martina Parenti e Massimo D’Anolfi, autori di documentari premiati in molti festival internazionali come Il castelloMateria oscuraSpira Mirabilis.

Questo grazie alla collaborazione di INAIL – Direzione Regionale Lombardia (nell’ambito del progetto “Lo spettacolo della sicurezza”), Comune di Milano, M4 spa, MM spa, consorzi costruttori CMM4 e Metroblu scarl (composta da Salini Impregilo e Astaldi).

Il cortometraggio sarà affiancato dalla proiezione di filmati d’archivio inediti realizzati da Luigi Turolla nel corso della costruzione della linea M1 della metropolitana milanese a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta.

Inoltre, fino al 6 gennaio 2019, il percorso IMAGINARIUMpresente nel corridoio del museo, sarà arricchito da una video installazione dedicata al film BLU, dove si potranno visualizzare a loop le sequenze del film.

Le proiezioni di sabato e domenica saranno ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

*****
Proiettato in anteprima all’ultima Mostra del Cinema di Venezia nella sezione Orizzonti, in Bluviaggio nei cantieri della nuova linea metropolitana 4, come dichiarano gli autori, «raccontiamo in modo inusuale Milano, la città in cui viviamo; scendiamo nella profondità e nel buio delle sue viscere, che custodiscono il suo passato, ma che sono anche il luogo in cui si sta costruendo parte del suo futuro.»
Gettando uno sguardo su luoghi normalmente inaccessibili, il film vuole essere anche un omaggio a tutti i lavoratori invisibili, alla loro fatica spesso troppo poco riconosciuta. L’opera parte dal concreto della terra, del ferro e del fango, per tracciare una traiettoria che giunga attraverso l’estetica alla più pura astrazione, all’umanità.

I registi Martina Parenti e Massimo D’Anolfi saranno presenti in sala alla proiezione di domenica 23 dicembre alle ore 17 presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema. 

Blu è un film prodotto da MONTMORENCY FILM, in collaborazione con Rai Cinema e con il supporto di Lombardia Film Commission Film Fund 2017.

La metropolitana M4, promossa dal Comune di Milano, è realizzata dalla società concessionaria M4 spa i cui soci sono lo stesso Comune, le imprese costruttrici (Salini Impregilo, Astaldi, Ansaldo STS, Hitachi Rail Italy, Sirti) e il gestore Atm.

*****
CALENDARIO PROIEZIONI
MIC – MUSEO INTERATTIVO DEL CINEMA
Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Sabato 22 dicembre ore 15

BLU
Martina Parenti, Massimo D’Anolfi, Italia, 2018, 20’.
R., sogg. e mont.: Martina Parenti, Massimo D’Anolfi. Fot. e riprese: Massimo D’Anolfi. Musica e sound design: Massimo Mariani. Montaggio del suono:Tommaso Barbaro full code. Color correction: Daniel Palluca. Effetti visivi: Iggy Post. Consulenza alla produzione: Raffaella Milazzo, con la partecipazione degli operai della squadra D della TBM: Produz.: Montmorency Film, in collaborazione con Rai Cinema, con il supporto di Lombardia Film Commission, Film Fund 2017. Italia, 2018, 20’.
A Milano, nel cantiere della nuova linea 4 della metro, la Blu, un viaggio notturno e sotterraneo alla scoperta della TBM (Tunnel Boring Machine), il macchinario utilizzato per scavare i tunnel e le metropolitane di tutto il mondo. La partenza della TBM da una stazione e l’arrivo alla successiva segnano le tappe del film, un passaggio che va dal buio del lavoro sotto terra alla rottura della paratia che libera i lavoratori dalle viscere della terra e dalla loro notte infinita. Lo sguardo del film è rivolto a luoghi inaccessibili e invisibili e mostra l’indissolubile legame fra uomini e macchine, fra tecnologia e lavoro manuale, fra sicurezza e paure ancestrali, fra programmazione e casualità. Blu è un omaggio a tutti i lavoratori invisibili.

A seguire
Arteria Sotterranea (tagli e inediti)
Luigi Turolla , Italia, 1959, b/n,  9’.
Immagini inedite, girate in occasione della realizzazione di un documentario prodotto dalla milanese ICET, che mostrano la costruzione della linea 1 della Metropolitana e che si soffermano, in particolare, sull’apertura dei cantieri in centro città, tra Piazza Duomo e San Babila.

Domenica 23 dicembre ore 17
BLU
Martina Parenti, Massimo D’Anolfi, Italia, 2018, 20’. Replica
A seguire
Arteria Sotterranea (tagli e inediti)
Luigi Turolla , Italia, 1959, b/n,  9’. Replica

La video installazione IMAGINARIUM dedicata a BLU e allestita presso il corridoio del MIC – Museo Interattivo del Cinema sarà visitabile fino al 6 gennaio 2019.